0

IMPARA LO SPAGNOLO A SOLI 5 MINUTI DALL’ALHAMBRA DI GRANADA

Posted by Paco on Ene 7, 2013 in Arte, Attualitá e storia
corsi di spagnolo

Alhambra

corsi di lingua
Alhambra

Se decidi di studiare lo spagnolo nella Escuela Delengua, avrai la possibilitá di farlo a pochi passi dall’Alhambra. L’Alhambra è un complesso di palazzi di Granada che significa “la Rossa», dall’arabo «al-Ḥamrā'». Secondo alcune versioni il nome viene dal colore rosato delle mura che circondavano la fortezza. Secondo altre versioni il suo nome  risale al 1238 quando fece il suo ingresso a Granada Muhammad ibn Nasr, chiamato al-Ḥamar, «Il Rosso”, a causa della barba di colore rossiccio. L’Alhambra è una vera città murata in cima al colle della Sabika, mentre dal canto suo Granada era circondata da un altro complesso di mura. Per cui l’Alhambra poteva funzionare in modo indipendente rispetto a Granada. In effetti, nell’Alhambra gli abitanti potevano usufruire della presenza di moschee, scuole e botteghe. Quando Muhammad ibn Nasr entrò trionfatore a Granada, la popolazione lo accolse al grido di “Benvenuto al vincitore per la grazia di Dio” al quale egli rispose dicendo “Non v’è altro vincitore se non Dio”. Questo è il motto in spagnolo dello stemma nasride e siccome è scritto in tutta l’Alhambra, non potrai non impararlo a memoria.  Lo stile granadino nell’Alhambra rappresenta il punto supremo raggiunto dall’arte spagnola e per questo, nel 1492, con la conquista di Granada da parte dei Re Cattolici, l’Alhambra diventó l’edificio dove vivevano i re castigliani, ció  permise di salvaguardare il monumento dal deterioramento subito dagli altri edifici musulmani successivamente alla loro espulsione dalla penisola ibérica. Inoltre, il Comitato del patrimonio mondiale dell’UNESCO ha dichiarato l’Alhambra e il Generalife di Granada Patrimonio Culturale dell’Umanità nella sua sessione del giorno 2 novembre 1984. Cosí, partecipando alle escursioni organizzate dalla nostra scuola, potrai imparare lo spagnolo passeggiando in uno dei 21 monumenti indicati come una delle possibili sette meraviglie del mondo moderno, anziché stare seduto in classe.

Etiquetas: , ,

 
0

STUDIARE SPAGNOLO ACCANTO A CALLE ELVIRA DI GRANADA

Posted by Paco on Oct 19, 2012 in Arte, Attualitá e storia
corsi di spagnolo

apprendere lo spagnolo a Granada

Escuela Delengua si trova accanto a  Calle Elvira, la principale via islamica di Granada.  Calle Elvira inizia dalla porta che porta lo stesso nome, la quale  si apre nella parte  settentrionale della medina e arriva fino all’altezza del fiume Darro. In origine, si trattava di una via molto irregolare e stretta, che ricalcava molto piú le caratteristiche delle vie arabe che di quelle spagnole. Nonostante le sue dimensioni ristrettissime,  Calle Elvira divenne da subito l’arteria principale  di Granada e una delle vie piú trafficate del sud della Spagna. In seguito alla conquista castigliana della cittá,  si decise di estenderla ed ampliarla peró questo progetto non si realizzò, in quanto si decise, in seguito, di costruire una nuova arteria, la Gran Vía, per soddisfare le  nuove esigenze che l’epoca comportava.

corsi di lingua spagnola

Escuela DeLengua-Granada

Ancora oggi, passeggiando per questa splendida via di Granada, potrai studiare la posizione dei vari edifici monumentali per renderti conto dell’importanza di questa arteria per lo sviluppo della cittá spagnola. Tra una lezione e l’altra dei nostri corsi di spagnolo, potrai rilassarti passeggiando per questa via che persino Federico García Lorca ha decantato nella sua poesia intitolata “Granada”. O se vuoi, potrai prenderti una pausa dallo studio  in una teteria araba o comprare souvenirs in uno dei tanti negozietti etnici presenti in Calle Elvira.

Etiquetas: , ,

 
0

LA CITTÁ DELLE «TAPAS»

Posted by Paco on Feb 18, 2012 in Svago e curiositá

Quando si sente parlare di Spagna, ad essa relazioniamo immediatamente il ballo del flamenco, l’estroversione del popolo spagnolo, la corrida, le tapas…

E proprio di quest’ultime vi vorrei parlare. Premetto che non é mia intenzione quella di sfatare il mito delle tapas, bensí quella di elogiare le tapas granadine.

La tapa, per chi non lo sapesse, é un aperitivo che viene servito al cliente in alcuni bar e ristoranti, accompagnato da una bevanda. Le tapas uniscono il concetto del mangiare con quello del socializzare; e per questo che quello di andare di tapas é un vero e proprio atto, dal quale nasce il verbo “tapear”, che viene inteso come pretesto di riunione, di ritrovo.

Ora vi starete chiedendo dov’e la differenza tra Granada e tutto il resto delle cittá di Spagna. Vi accontento subito: nella maggior parte delle cittá spagnole la tapa si paga a parte, ovvero essa non viene compresa nel prezzo della bevanda; mentre qui a Granada potrete consumare qualsiasi tipo di tapas, gratis! Senza parlare poi del prezzo e della convenienza! Udite udite…: il costo di una bevanda (compresa di tapas) parte da un minimo di 1.50 euro e arriva ad un massimo di 2.20 euro!!

Inoltre le tapas dei locali di Granada sono anche molto ricche: i piatti sono abbondanti e comprendono ogni tipo di alimento come: carne, riso, olive, formaggio, pesce, stuzzichini, panini, patatine fritte, prosciutto… Ma c’e di bello che alcuni bar ti lasciano scegliere tranquillamemte la tapa che preferisci!

Si…viene proprio da dire: altro che Mac Donald’s! 🙂

Per di piú, cari amici del blog, vi informo che tutti i bar sopraccitati sono tutti concentrati a Calle Elvira, quindi scendendo per Caldelería Vieja, la stradina dove si trova la scuola Delengua, vi ritroverete nel bel mezzo della movida spagnola.

Allora? Ora siete o no convinti che Delengua non offre solo corsi di spagnolo, ma bensí un’esplosione di vita e cultura spagnola?

Etiquetas: , , , , ,

 
0

LA PITTURA A GRANADA

Posted by Paco on Ene 30, 2012 in Arte

Il secolo d’oro della pittura andalusa fu il XIV secolo, un secolo segnato dal barocco. Nel cinquecento le maggiori cittá andaluse furono le capitali dell’arte spagnola; a Granada, in particolare il granadino Alonso Cano, fu il piú importante pittore a rappresentare l’arte del barocco dando vita  allo stile della scuola di pittura granadina carettirizzato da una pittura realistica.

Ispiratosi ai nostri artisti veneziani, sará l’autore delle tele sulla vita della Vergine presenti nella cattedrale di Granada.

La pittura a Granada non fu solo influenzata dalla figura di Alonso Cano ma anche dalle opere di pittori internzionali. Nel seicento Granada era molto visitata e molti pittori pasavano e poi soggiornavano a lungo in cittá lasciando opere di estrema bellezza.tanti di questi pittori appartenerono alla scuola di pittura granadina.

Il secolo XIV fu segnato dal pittore Juan Ramirez noto per la cappella dei Martiri presso il Museo di Granada e il grande architetto spagnolo Pedro Muchuca che collaboró con James Florentini nella pala dell’altare della Cappella Reale. Tra il 1532-1546 furono gli anni dei pittori italiani quelli di Achille e Alejandro Maynerd con opere che rappresentavano le scene della conquista di Tunisi.

Altri importanti nomi che anno influenzato la seconda fase del secolo la scuola di pittura granadina furono, Juan de Aragón Sánchez Cotán. Entrambi furono dei veri manierista, lo stile anti-classica nato in Italia e poi sviluppatosi anche in Spagna, che mise in discussione l’ ideale di bellezza nel Rinascimento. Per saperne di piú sui pittori granadini e sull’arte manierista a Granada.

Visitate il sito della scuola Delengua e scegliete il corso d’arte che piú vi si addice. La scuola offre differenti corsi d’arte come quello sull’arte spagnola e quella sull’America Latina. Visita con noi l’Alhambra, la Cattedrale e il Museo d’Arte di Granada, apprenderete i dettagli e i tratti che caratterizzano la scuola di pittura granadina e il suo inconfondibile stile.

 

Etiquetas: , ,

 
0

SCIARE A GRANADA: LA SIERRA NEVADA

Posted by Paco on Ene 16, 2012 in Granada il centro dello spagnolo

Se siete degli appassionati di sci e volete unire un corso di spagnolo a una settimana bianca per questo inverno tenete a mente Granada destinazione: scuola Delengua e Sierra Nevada.

Granada situata a soli 27 Km dalla Sierra Nevada, con il picco Mulhacén (3.481 metri) é il complesso montuoso piú importante di Spagna secondo solo alle Alpi. Granada apre la sua stagione per gli sport invernali a dicembre fino a primi giorni di maggio. Nonostante il sole andaluso illumini le piste fino a pomeriggio inoltrato, la neve si scioglie molto lentamente, perció sciare anche in primavera non é un’illusione. Ci sono 65 Km di piste nella stazione della Sierra Nevada, sci o snowboard? scegliete voi!Per entrambe le cose ci sono piste a tutti livelli di difficoltá, é l’ideale per imparare e prendere lezioni da un maestro di sci. Ma se siete giá degli esperti testate la vostra tavola da snowboard con alcuni «tricks» nel nuovo snowpark della stazione sciistica.

Oltre ad essere stata dichiarata nel 1989 parco naturale per moltissime specie animali e vegetali che compongono la biosfera della riserva della Sierra, il «monte del sole»(il nome arabo della Sierra Nevada) ha anche ospitato il campionato del mondo di sci nel 1996. La Sierra Nevada é il paradiso sciistico in Spagna, ma non solo; la Sierra offre tante attivitá nei mesi invernali, ad esempio é possibile inforcare una motoslitta e attraversare i sentieri della montagna oppure un indimenticabile spedizione con cani da slitta come dei veri commercianti di pelliccia. Sono inoltre molte, le attivitá offerte in primavera/estate come: escursioni, sentieri, percorsi in bici o a cavallo, etc.

La ricchezza naturale della Sierra Nevada non ha uguali, per questo motivo ancora oggi dopo il passaggio dei romani e degli arabi, la riserva continua ad essere considerata lungo tutta la storia una meraviglia naturale.

Non dimenticate che tra le nostre attivitá pomeridiane, la scuola organizza anche quella alla Sierra Nevada.

Etiquetas: , , ,

 
0

COME ARRIVARE A GRANADA?

Posted by Paco on Dic 23, 2011 in Granada il centro dello spagnolo

Arrivare a Granada é un gioco da ragazzi!

 

Naturalmente se siete dei studenti stranieri residenti in Italia il mezzo piú economico e veloce é sicuramente l’aereo. Le compagnie aeree  che dall’Italia hanno come destinazione diretta Granada sono due la Ryanair e Iberia. La compagnia irlandese oltre al volo Milano-Granada ha inserito da pochi anni un nuovo ed economico volo diretto da Bologna. Mentre per tutti coloro che decidono di partire dal sud Italia per Granada, la compagnia spagnola Iberia dispone di numerose voli dalle maggiori cittá del centro-sud Roma, Bari, Napoli e Palermo. Se per voi la comoditá non é tutto e amate viaggiare con pochi euro cercate la migliore offerta tramite gli scali per Malaga,siviglia,Barcellona, Madrid. Ad esempio per arrivare a Malaga visitate il sito dell’Alitalia , Easyjet, Vueling.

Se siete dei studenti Erasmus o dei turisti  e vi trovate in Spagna raggiungere Granada é semplice e ci sono varie opportunitá. Una di queste é quella di muoversi e raggiungere qualsiasi destinazione in autobus. Anche se un pó lento, l’autobus é il mezzo piú economico per viaggiare. Anche alcune compagnie internazionali, come SAIA e Mundial, operano a Granada. Potrete informarvi presso un’ agenzia di viaggi. Ad esempio sia  da Barcellona che da Madrid partono alcuni autobus di linea per Granada. Se vi trovate giá in anadalusia da Malaga e Siviglia ci sono collegamenti ogni ora.

 

Spendendo qualcosina in piú guadagnerete del tempo con il treno.  Comodo e veloce il treno risulta un pó piú caro, ma con delle tessere studenti erasmus avrete sconti fino al 20% perció forse il treno potrebbe fare al caso vostro.

Qualsiasi sia il mezzo che vi porti a Granada, una volta giunti in cittá non dovrete che seguire le nostre istruzioni. Il direttore della scuola Delengua vi dará tutte le indicazioni necessarie per raggiungere senza problema il pieno centro della acittá, dove noi saremo lí ad aspettarvi.

Buon Viaje!

Etiquetas: , , , ,

 
0

GRANADA E LA TERRA DEL VINO

Posted by Paco on Nov 11, 2011 in Svago e curiositá

Vivendo a Granada per tre mesi sono arrivato alla conclusione che Granada é la patria del vino in Andalusia. Come amante del vino made in Italy pensavo che i nostri amici spagnoli non avessero né la cultura né i mezzi per produrre degli vini come i nostri. Bene mi sbagliavo! Data la sua altitudine  738m s.l.m Granada sicuramente non é il luogo piú congeniale per produrre vino.

 

Il territorio lo impedisce o quasi…ma questo appunto é proprio il suo punto di forza. Infatti gli enologi a Granada parlano di viticultura estrema, dove le vigne arrampicandosi in questo luogo ostile tra terreni argillosi e sabbiosi generano un tipologia di vino unica e dal sapore forte. Per farvi comprendere meglio la varietá delle tipologie dei vini che vengono prodotti a Granada e in tutte le citta andaluse, prendo spunto da una citazione di Javier Maldonado Rosso, nel libro «las rutas del vino en andalucia» scrive:

«Andalucía es tierra de vinos blancos, tintos (rossi) y rosados; de vinos secos, semisecos, semidulces y dulces; de vino de aperitivo, de mesa (tavola), de postre (dessert), de merienda y de copeo nocturno; de vinos de pasto, generosos, de licor, espumosos…; de vinos dulces naturales y vinos naturalmente dulces; de vinos jóvenes y de crianza (maturazione, invecchiamento).

Allora qual’é il segreto? Recenti studi hanno confermato il ritrovamento della vitis silvestris (vite selvatica) in Andalusia risalente a circa 180.000 anni fa. Non é solo una curiositá ma é la prova che l’Andalusia e Granada sono tra le piú antiche culle del vino in europa. Con gli anni inevitabilemenete gli impianti nelle vigne sono cambiati, e i produttori di vino per far fronte ai ricorrenti cambi climatici tipici di questa zona hanno sviluppato particolari idee sulle fermentazioni nelle botti. Risultato finale? Ottime bottiglie di vino rosso a modici prezzi.

Impara lo spagnolo e gusta insieme a noi del Delengua una tortilla del Sacromonte con un buon bicchiere di vino tinto del Señorio de Nevada.


Etiquetas: , ,

 
0

I PARERI DEGLI EX-STUDENTI DELLA SCUOLA

Posted by Paco on Oct 28, 2011 in Svago e curiositá

Alla scuola Delengua siamo tutti amici!

É proprio vero, studiare in una piccola scuola ha i suoi vantaggi, prima di tutto uno di questi é appunto che gli studenti e gli insegnati sono tutti amici. Con il passare dei giorni e dei corsi si lega molto, e salutare la partenza di un amico é sempre difficile. Per questo motivo nel blog ho deciso di riportare i pareri degli ex-studenti della scuola, cosa pensano della scuola, del loro soggiorno a Granada e sull’apprendimento della lingua spagnola.

Il nostro ultimo studente italiano Luca Giovannetti ha detto di noi:

«Negli ultimi anni sono stato tre volte a Granada e due nella Escuela Delengua, e’ un posto fantastico, gli insegnanti sono tutti giovani e simpatici! La mattina si fanno 4 ore di corso e nel pomeriggio ci sono sempre delle attivita’ (e non pensiate siano solo visite a monumenti!). Granada ha una grande movida! La birra costa solo 1,70 e nei bar di tapas ve la serviranno sempre con una tapa (panino, pesce, carne) gratis! La sera dal mercoledi’ alla domenica potrete divertirvi nei molti Pub (piccoli Club in cui si balla). Un consiglio: occhio alle ragazze e ai ragazzi che danno gli inviti per strada, sono free drink! Se invece preferite la tranquillita’ sedetevi a sorseggiare un te’ e fumare una shisha nelle teterie dell’Albaicin, il vecchio cuore di Granada, nelle cui stradine potrete perdervi passeggiando!

Oppure Brian McCaul dell’Inghilterra ha detto:

«Nonostante il mio scarso punto di partenza, ho fatto progressi reali con lo spagnolo grazie anche a una combinazione utile di insegnanti gentili e di ottimi compagni. Devo ammettere che ho perso il mio cuore a Granada! »

E Anne-Laure Portaux dalla Francia ci ha scritto:

Era il mio primo viaggio all’estero ed è stata un’esperienza indimenticabile! La consiglio a tutti! Gli insegnanti sono stati molto gentili e mi hanno insegnato il piacere di ogni giorno. Ho potuto imparare che cosa è la grammatica e il vocabolario quotidiano.

E Xavier Damman dal Belgio dice:

«Un’esperienza che non posso dimenticare. Granada é una città bellissima e si può andare di tapas ogni sera con altri studenti. É Geniale! Gli insegnanti e il direttore sono molto gentili e ti pagano la birra se non parli inglese:-D per la lingua? Ho imparato molto in sole tre settimane e … «

Bene questi sono solo alcuni pareri dei nostri ex-studenti della scuola, potresti essere tu il prossimo a parlar bene ..o male 🙂 di noi. Se lo desideri per qualsiasi informazione potrai contattare direttamente i nostri ex-studenti, sul nostra pagina web ci sono i loro inidirizzi e-mail.

Etiquetas: , ,

 
0

VISITA AL MONASTERO DE LA CARTUJA

Posted by Paco on Ago 19, 2011 in Le attivitá della scuola di spagnolo

Se volete assistere a uno dei più importanti monumenti barocchi in Spagna, ancora una volta la scuola Delengua vi accontenta. Questa settimana il lunedí a un sapore diverso, a dimostrazione che le attivitá della scuola cambiano continuamente, questo lunedí mettiamo da parte l’uscita di tapas, per la visita al monastero de la Cartuja.

Eccoci di nuovo qua, appuntamento fissato in Gran vía de Colón per prendere l’autobus n 8 (gli altri studenti stranieri sono sempre puntuali, cercate di non tardare, potreste perdere l’autobus) e raggiungere le colline di Aynadamar, dove il monastero de la Cartuja sorge tra gli splendidi giardini della collina e i suoi profumati frutteti.

Il monastero de la Cartuja sicuramente é uno dei complessi religiosi piú importanti della cittá, anche se come tutte i maggiori monumenti della cittá la storia della costruzione combina piú stili architettonici.

Un insegnante del Delengua vi fará da guida ripercorrendo i piú interessanti eventi del monastero de la Cartuja. La fermata dell’autobus per il monastero é la stessa per raggiungere il complesso delle universitá a Granada. Chissá forse molti di voi ancora non l’hanno visto…

Giunti di fronte al monastero, capirete di non trovarvi a un convento come tanti altri. L»insegnante vi spiegherá come  la struttura sia cambiata nel tempo dalla primissima costruzione del XVI secolo fino al suo compimento ben 3 secoli piú tardi. É facile notare come lo stile rinascimentale e quello baracco si fondono sia all’esterno che all’interno del monastero (splendido chiostro rinascimentale).  Se vi siete portati un maglia avete fatto bene, mettevela ed entrate, all’interno del monastero c’é molta umiditá e la visita dura quasi un’ora, quindi un consiglio é quello di non farsi ingannare dal caldo di Granada.

L’entrata al monastero é di 3,50€, non ci sono musei da vedere, solo la visita alla chiesa, che vi assicuro vale piú del prezzo del biglietto d’entrata! Infatti al suo interno rimarrete colpiti dai dipinti da Sanchez Cotan, e dagli affreschi di Laughing One che decorano la cappella del Santuario. Una volta usciti da lí sarete d’accordo con me sostenendo che il Monastero della Cartuja sia uno dei migliori e più rappresentativi esempi di barocco andaluso e spagnolo.

Etiquetas: ,

 
0

GASTRONOMIA A GRANADA

Posted by Paco on Jul 22, 2011 in Svago e curiositá

A Granada l’influenza araba non solo si ritrova nei complessi achitettonici della cittá ma anche nella gastronomia che si risente ancora oggi dell’influsso arabo. I piatti tipici di Granada hanno un gusto unico e inconfondibile, un sapore forte influenzato dalle spezie e dai profumati condimenti orientali.

La gastronomia é molto varia oltre all’influenza araba, Granada risente anche della diversitá del suo territorio, affacciandosi sulla costa e circonadata dalla Sierra Nevada, la cittá offre piatti deliziosi e contrastanti tra loro.

Anche se ci troviamo a 700metri sul livello del mare a Granada é possibile mangiare  dell’ottimo pesce (scampi e gamberi bianchi di Motril, ma anche il sarago, l’orata, le sardine ed il branzino) proveniente dalla Costa Tropical e dell’ottima frutta trpicale (la chirimoya, l’avocado e il mango) dovuto alle numerose coltivazioni sul litorale granadino. Tra i prodotti granadini dell’entroterra sicuramente il prosciutto di Trevélez é il re indiscusso. Con il suo gusto delicato e molto gradevole ha reso questo prosciutto uno dei prodotti più celebri in tutto il mondo.

Come alla base della nostra cucina mediterranea, anche la cucina granadina  si ispira all’utilizzo di ingredienti genuini del mare e della montagna come l’utilizzo di verdure e ortaggi: fagioli, carciofi e melanzane per zuppe e minestroni vegetali, accompagnati sempre dall’ intenso gusto dell’olio andaluso. Oppure il freschissimo pesce della costa, le caratteristiche fave fritte con prosciutto, i cardi, la pipirrana,  e il celebre gazpacho, tutti piatti tipici della variegata gastronomia andalusa.

Ma se vi trovate a Granada non potrete non assaggiare due tipiche specialitá della cittá:  la «tortilla del Sacromonte», un piatto cucinato con midollo, interiora di vitello ed uova; mentre se volete riscaldarvi dalle fredde serate invernali, assaggiate la tradizionale» Olla de San Antón» preparata con maiale, fave secche, riso e finocchio. Se non ne avete abbastanza potete terminare la vostra con gli ottimi dolci tradizionali a base di miele, spezie e mandorle i piú celebre sono: la Barreta, la torta della Virgen, los roscos de san Lazaro.

Iscriversi alla scuola Delengua significa vivere il centro della cittá, tra una grande varietá di ristoranti,bar e teterie. Non esitate! Invitate i vostri compagni di corso e magari anche i vostri professori, scegliete un posto carino e conveniente (menù del giorno 8€) e mangiate di gusto.

Per preparare i piatti tipici di Granada, visitate la nostra pagina web, condividiamo con voi i segreti delle migliori ricette andaluse . Se siete dei buongustai, apprendete lo spagnolo alla scuola Delengua!


Etiquetas: , ,

Copyright © 2022 Corsi Spagnolo Granada – Spagna.
Impara lo spagnolo